INSETTI
0362 990913 dal Lunedì al Venerdì / dalle 8:30 alle 18:30
0362 990913 Lun - Ven / 8:30 - 18:30

News e approfondimenti dal Portale del Cavallo

Viene qui riportata una serie di articoli, news e approfondimenti pubblicati sul magazine online Il Portale del Cavallo a tema cavallo, cane, gatto, e altri animali, oltre al benessere naturale, la cura degli animali e altri argomenti di interesse riguardo ai prodotti in vendita sul nostro e-commerce.

Aloe Arborescens: da Angel Ariel moltissimi prodotti per il vostro benessere.
Angel Ariel vanta prodotti per il benessere umano, ma anche una linea a base di Aloe Arborescens dedicata esclusivamente ai vostri amici animali

L' Aloe Arborescens  è una pianta succulenta della famiglia delle  Aloacee , usata sia come pianta ornamentale nei giardini, sia come pianta medicinale con forti poteri rigeneranti e disintossicanti. È una pianta conosciuta fin dai tempi più antichi, citata anche da Cristoforo Colombo che, al ritorno dai suoi viaggi, la descriveva come una pianta dai grandi poteri curativi. Le sue numerose proprietà sono ancora oggi oggetto di studio, ma le recenti ricerche svolte su questa pianta, hanno permesso di far luce sui benefici derivanti dall’uso e dal consumo delle sue foglie dalle molteplici proprietà fitoterapiche; immnostimolanti, antivirali, antinfiammatorie, analgesiche, antibatteriche, cicatrizzanti e riepitelizzanti, lassative e depurative, antiossidanti, gastroprotettive e gastrointestinali, antitumorali, in particolare è stato ipotizzato un suo utilizzo come coadiuvante della chemioterapia nella cura del cancro. Tra le specie maggiormente conosciute, nel cui gruppo rientra anche la famosa Aloe Vera, la specie  Arborescens  risulta essere quella con le proprietà fitoterapiche superiori, anche se l’Aloe Vera è quella più utilizzata a scopi puramente commerciali grazie al suo alto contenuto di gel delle sue grandi foglie e dalla  facilità di trattamento per la trasformazione della polpa . L' Aloe  è immunostimolante, cicatrizzante, antinfiammatoria e antidolorifica, disinfettante, disintossicante e antitumorale. Date queste doti, si può utilizzare sia in campo umano che in campo veterinario. Per quest'ultimo, in particolare, l'aloe può essere utilizzata per dermatiti, ferite, micosi della pelle, acne felina, gengiviti, otiti, alitosi, cistiti, prostatiti, stitichezza, punture di insetto, problemi al fegato, problemi ai reni e ulcere. E' possibile utilizzarla anche in caso di problemi articolari. Bene, ora che abbiamo visto le caratteristiche dell’ Aloe , andiamo a scoprire la  Linea Angel Ariel . La  Linea Angel Ariel  srl nasce nel 1997 e oggi è riconosciuta come l’azienda leader nella produzione, studio e commercializzazione dell’Aloe Arborescens. L’azienda è specializzata in prodotti per il benessere e la cura della persona e animali a base di Aloe Arborescens. Linea Angel Ariel s.r.l. si avvale di un laboratorio realizzato secondo le normative vigenti e del supporto di ricerche scientifiche effettuate su tutti i prodotti della Linea Angel Ariel s.r.l.   e la produzione è costantemente monitorata da autorevoli enti di certificazione. Dai risultati ottenuti con tali ricerche, emerge che la ditta Linea Angel Ariel s.r.l.  si pone oggi in primo piano per la qualificazione dei suoi preparati le cui materie prime utilizzate sono controllate e standardizzate secondo il “METODO ANGEL ARIEL” (Brevetto depositato). > Clicca qui per i prodotti della Linea Angel Ariel su www.nonsolocavallo.it Attualmente i prodotti della  Linea Angel Ariel  srl sono studiati da cinque Istituti di Ricerca. Tra questi, i Laboratori Frattini di Altavilla, la Fondazione Raphael e anche l’Università di Milano. E’ interessante, peraltro, sottolineare che da studi recenti condotti sull’ Aloe Arborescens  messi in luce anche recentemente nel corso di un convegno promosso dalla stessa Linea Angel Ariel s.r.l.  è emerso che i preparati della linea in questione propongono sempre i medesimi standard qualitativi, nei diversi lotti di produzione, di tutti i  principi vitaminici, polisaccaridici, aminoacidici, antrachinonici e lipidici presenti nella pianta di partenza. Questi test di analitica sono stati eseguiti in particolare col metodo dell’aminoalyzer. Gli studiosi si sono soffermati specialmente su alcuni componenti deIl’AIoe in generale e in particolare sui monosaccaridi e sui polisaccaridi contenuti in queste piante; i polisaccaridi peraltro sono oggetto di grande interesse da parte del mondo scientifico soprattutto in relazione alla presenza di Acemannano ed a tale proposito è emerso che nell’ Aloe arborescens  “METODO ANGEL ARIEL“ la percentuale di Acemannano presenta un elevato peso molecolare. Questo dato è stato oggetto di grande interesse in quanto, com’è ormai noto in ambito medico-scientifico, l’Acemannano agisce con funzione antigenica, ovvero essendo una molecola estranea all’organismo e facilmente assorbita provoca una reazione immunitaria che pone le cellule nelle condizioni di difendersi contro l’aggressione di vari fattori validi e viene indicato nell’Index Merck come immunostimolante. Che l’ Aloe  sia in grado di stimolare e potenziare il Sistema Immunitario è ormai noto ed ampiamente dimostrato; tuttavia degno di rilievo è ancora quanto è emerso nel corso di un recentissimo studio condotto dal dott. L. D. Raffaelli (Specialista Ambulatoriale in Urologia) e pubblicato su Urologia, Rivista Internazionale di Cultura Urologica, in un articolo dal titolo “Fitoterapia nutrizionale con Aloe Arborescens “ METODO ANGEL ARIEL “ nella neoplasia prostatica”. Agricoltura biologica: Tutte le nostre coltivazioni e gli integratori alimentari da noi commercializzati sono sottoposti a metodo biologico. L'ente certificatore, riconosciuto dalla Comunità Europea effettua controlli a campione e ispezioni regolari su terreni e locali di produzione per garantire il rispetto da quanto previsto dal Regolamento Europeo. > Acquista i prodotti della Linea Angel Ariel su www.nonsolocavallo.it

Da Ri.mos. il potere curativo della Natura per gli animali.
Hypermix è la soluzione naturale per ulcere, miasi, tarlo dello zoccolo e lesioni di ogni tipo. Adatto ai cavalli ma non solo: funziona anche su cani, gatti, cavalli, uccelli e altri animali domestici.

Scegliere prodotti di origine naturale per il proprio cavallo. Il potere curativo della Natura è una strada che sempre più persone scelgono di percorrere per sé stessi e per i propri animali: dove possibile si preferisce sostituire alla chimica i rimedi che arrivano dal mondo delle piante.    Certamente questa è la filosofia dell’azienda italiana Ri.Mos (con sede nel distretto biomedicale modenese), che produce e commercializza una linea tutta italiana di prodotti a base di Neem e Iperico per uso veterinario.    DUE PIANTE CONOSCIUTE DA SECOLI. Le due piante, conosciute da secoli per le loro molteplici proprietà (antinfiammatoria, cicatrizzante, antisettica, antibatterica, insettifuga, lenitiva, emolliente), favoriscono la granulazione e la riepitelizzazione di tutte le lesioni, garantendo ai cavalli un trattamento efficace per diverse patologie, dalle escoriazioni al tarlo dello zoccolo, dalle dermatiti alle miasi, e possono essere un valido aiuto anche in caso di ulcere corneali. Hypermix basa la sua efficacia sulle proprietà naturali delle piante e in particolare dell’Albero del Neem e del fiore dell’Iperico. Multifunzionale, a base naturale, sgradito agli insetti, Hypermix risparmia inoltre terapie associate e non richiede disinfettanti.   Per raccontarne l’efficacia abbiamo chiesto le testimonianze a diversi veterinari che lo hanno utilizzato: Marco Pasian, Giulia Vaccà, Daniele Codazza, Barbara Cavedo e Giuseppe Biffi.    Marco Pasian (medico veterinario di Saronno) Stomatite vescicolare e ulcere in bocca  "All'inizio ero scettico sull'uso di Hypermix perché pensavo fosse come gli altri cicatrizzanti. In un paio di casi il suo utilizzo è andato molto, molto bene e ho cominciato a usarlo a tappeto. Ho fatto un tentativo anche per delle ulcere nella bocca di un cavallo, la cui origine potrebbe essere stata una forma virale di stomatite vescicolare: erano tantissime (una quarantina) e il povero animale non riusciva a mangiare. Applicando Hypermix tre volte al giorno i risultati e la guarigione sono arrivati in soli 7 giorni".    Giulia Vaccà (medico veterinario della provincia di Pisa) Ulcera corneale  "Mi è capitato un caso disperato di ulcera corneale: i proprietari del cavallo non avevano disponibilità economiche per interventi diversi e, avendo letto che Hypermix era già stato efficace su altri tipi di ulcera, ho fatto un tentativo. Per l'animale (che da quell'occhio era già cieco) è stato un po' doloroso perché la medicazione bruciava, ma in poco tempo ho risolto il problema. L'ho usato più volte anche per ferite in associazione a suture, sempre con la stessa efficacia. Consiglio, laddove possibile, di fasciare sempre la parte trattata".    Daniele Codazza (medico veterinario specializzato in ortopedia nelle province di Como, Varese e Milano) Dermatite estiva e ferita grave pancia e prepuzio "Uso Hypermix a 360 gradi da quando ne ho testato l'efficacia. Fra gli ultimi casi clinici risolti, oltre a una dermatite estiva, vorrei citare una ferita da filo spinato per la quale la sutura è risultata da subito particolarmente difficile, praticamente impossibile, e che in 30/35 giorni è guarita. In un altro caso, un cavallo si è provocato una lesione attraversando un paddock: anche in questo caso un taglio molto profondo alla pancia dell'animale che ha coinvolto anche porzioni di prepuzio. Nonostante la sutura non tenesse, le medicazioni quotidiane con Hypermix hanno portato alla guarigione".    Barbara Cavedo (medico veterinario e gestore di una stazione di monta equina in Puglia) Ferita al sopracciglio e miasi "Un esempio di utilizzo di Hypermix è stato per una ferita sul sopracciglio di una fattrice di Akhal-Tekè. Una volta detersa la lesione, ho usato il prodotto una volta al giorno per una settimana. Ho optato per il gel perché, essendo sopra l'occhio, ho pensato che l'olio con il calore sarebbe potuto colare all'interno dello stesso. La mia fattrice si chiama Medal, ha 24 anni, di razza Akhal-Tekè e la lesione è stata trattata solo con Hypermix per una settimana. Un altro caso interessante è stato quello di una miasi che si è formata a seguito di una cornata di un bovino sulla parte superiore del collo in vicinanza della mandibola. La ferita sembrava chiusa in quanto la pelle si era seccata e aveva fatto una sorta di sacca coprendola, quindi ho dovuto tagliare tutta la parte necrotica, esponendo la ferita ricoperta di larve di mosca. Una volta pulita la zona, ho consigliato Hypermix una volta al giorno per dieci giorni. La ferita è guarita completamente”.   Giuseppe Biffi (maniscalco professionista operante in Lombardia) Tarlo allo zoccolo del cavallo  "Il nome scientifico del tarlo dello zoccolo è onicomicosi e si tratta di un'infezione della linea bianca sostenuta da funghi e batteri saprofiti e ubiquitari dal punto di vista della mascalcia. Si manifesta con la separazione netta della muraglia dalla linea bianca con produzione di materiale farraginoso tendente al giallo. L'asportazione della parte della muraglia scollata, fino a trovare la congiunzione sana con la linea bianca, è un’operazione doverosa per fermare lo scollamento. Le cause sono principalmente legate alla disidratazione della muraglia, ai traumi, all'eccessivo leveraggio antero-posteriore o a pressioni anomale. Hypermix è un ottimo coadiuvante nella guarigione di questa patologia. Non essendo un agente aggressivo non va a intaccare e soprattutto a disidratare le parti della muraglia maggiormente esposte. Con un’azione disinfettante, cicatrizzante e lenitiva, ma soprattutto idratante, Hypermix permette al corno una buona crescita, mantenendo elasticità ed evitando spaccature che potrebbero divenire sedi di nuovi insediamenti batterici”.   TUTTI I FORMATI DI HYPERMIX. Hypermix lo si trova in fiale richiudibili, in confezione da 5 e 10 bustine singole, e nella nuova versione OLIO Spray da 30 ml, che garantisce 380 spruzzi. La formulazione oleosa è ideale in generale in tutte quelle situazioni per cui è necessario un prodotto dalla massima concentrazione degli ingredienti. La nebulizzazione attenua il tipico odore del Neem e garantisce una distribuzione omogenea del prodotto.   IL NUOVO FORMATO SPRAY. Hypermix è da oggi disponibile anche nel formato OLIO Spray da 30 ml. Ancora più pratico ed economico. La sua formulazione vegetale a base di Neem e Iperico è indicata per l’applicazione sulla cute lesa. È sgradito agli insetti. Si sconsiglia l’uso di disinfettanti.   Acquista i prodotti Hypermix su www.nonsolocavallo.it cliccando QUI.   Hypermix è un prodotto di: RI.MOS. srl Via Manuzio, 15  41037 Mirandola (MO) - Italy  Tel. 0535 25755 www.hypermix.it  

Easy Green, la lettiera vegetale che dura 3 mesi
La composizione del prodotto lo rende leggero e capace di coprire completamente i cattivi odori

Una graditissima sorpresa per tutti gli amanti dei felini è Easy Green , la lettiera per gatti interamente vegetale recentemente presentata da Monge.   Questo comporta numerosi vantaggi per il consumatore: innanzitutto la sua composizione a base di fibre vegetali rende Easy Green estremamente assorbente e agglomerante  mentre i suoi principi attivi impediscono efficacemente la formazione dei cattivi odori .   Inoltre il prodotto non riga i pavimenti , la sua leggerezza lo rende facile da trasportare e la sua composizione equivale a uno smaltimento a basso impatto ambientale .   La caratteristica più sorprendente di Easy Green però è un'altra: la durabilità. Una confezione da 10 litri dura infatti ben 3 mesi , con tutti i vantaggi che ne conseguono: soltanto 4 confezioni coprono l'arco di un intero anno .   Acquista Easy Green direttamente online sul nostro sito di e-commerce www.nonsolocavallo.it    

La zanzara è il peggior nemico dell'uomo ma pochi ne parlano: sono 2.000.000 le vittime ogni anno per una puntura. La malaria uccide più di leoni, serpenti, squali e scorpioni, però di questi se ne parla molto, della zanzara poco.
Secondo l'UNICEF sono 850.000 i morti ogni anno causati da punture di zanzare, cifra che sale a 2 milioni se si considerano le morti indirettamente causate dall'insetto.

Secondo i dati UNICEF sono 850.000 ogni anno i morti a causa delle punture di zanzare; una cifra che, secondo il sito scientifico "Live Science", salirebbe a 2 milioni se si considerano anche le morti indirettamente causate dall'insetto, ovvero quelle dovute a malattie a cui i soggetti risultano essere particolarmente sensibili in seguito all'abbassamento delle difese immunitarie provocato dalle punture di zanzara.   Tanto per farsi un’idea, il ferocissimo e temuto squalo uccide più o meno una dozzina di persone ogni anno ma a lui, il terribile assassino degli abissi, viene dedicato ogni anno sulle televisioni americane, oltre una settimana di informazione; MA ALLA ZANZARA CHE NE FA FUORI 160.000 VOLTE DI PIU’ QUANTO TEMPO SI DEDICA?   Sono oltre 2.500 le specie di zanzare al mondo, tranne che in Antartide. La lotta contro la malaria produrrebbe anche altri benefici: riduzione del carico di lavoro di strutture sanitarie e riduzione del numero di persone che muoiono a causa di HIV e AIDS.   La West Nile Disease è una zoonosi determinata da un virus. Questa patologia è trasmessa da differenti specie di zanzare e causa forme di meningo-encefalite negli uccelli, negli equidi e anche nell’uomo. Negli equidi la sintomatologia clinica, prevalentemente di tipo neurologico, si manifesta nel 10% dei soggetti infettati e i sintomi possono scomparire in un paio di settimane o progredire rapidamente fino alla morte dei soggetti colpiti. Il virus della West Nile disease è mantenuto in natura da un ciclo di trasmissione zanzara-uccello-zanzara, dove le zanzare adulte s’infettano pungendo uccelli contagiati.   La vaccinazione facoltativa degli equidi, autorizzata in Italia dal novembre 2008, consente di proteggere i soggetti delle zone a rischio. Appare chiaro, dunque, come il controllo dell’entità delle zanzare ambientali giochi un ruolo cruciale nel controllo della diffusione del virus stesso.   Per far fronte alla diffusione della West Nile disease, gli americani hanno fatto ampio ricorso a insettorepellenti e insetticidi per proteggere il cavallo dalle diverse specie di zanzare, tra cui la zanzara tigre. Tra i diversi prodotti, quello che si è rivelato essere di gran lunga più efficace è il TRI-TEC 14 .   Il TRI-TEC 14 è un insetticida insettorepellente composto da piretrine naturali, piretroidi ma soprattutto dalla Cipermetrina, analogo di sintesi.   La Cipermetrina agisce direttamente sul sistema nervoso degli insetti determinandone immediata paralisi e morte. L’effetto di questo prodotto è rivolto, non solo a tafani, mosche, pidocchi e zecche ma soprattutto alle zanzare in grado di trasmettere malattie fatali inclusa la West Nile disease.   Oggi sulla scena mondiale il virus Zika si sta diffondendo in modo esplosivo: sul banco degli accusati c’è nuovamente la temibile zanzara tigre, già responsabile di essere vettore di altre gravi malattie come la Dengue e la Chikungunya. L’infezione umana da Zika Virus continua a diffondersi in aree del mondo in precedenza non colpite dalla malattia. Infatti il virus è stato isolato per la prima volta nel 1947 in Uganda; da allora si sa che ha provocato piccole epidemie sporadiche in alcune regioni africane e del sudest asiatico.   Overkill , prodotto negli Stati Uniti dalla stessa azienda produttrice del TRI-TEC14 , è un repellente per insetti attivo contro mosche, tafani, zanzare e moscherini. Uccide la zanzara tigre causa del virus Zika. Si tratta di un prodotto concentrato a base di permetrina al 10%. Vista l’alta densità di ZANZARE negli ambienti dove soggiornano i CAVALLI, regolari TRATTAMENTI ambientali delle scuderie sono fondamentali per evitare la DIFFUSIONE di questi insetti e la possibile TRASMISSIONE di virus soprattutto alle persone più sensibili, quali ad esempio le donne in stato di gravidanza. Puoi acquistare repellenti e antiparassitari per cavalli sul nostro sito di e-commerce www.nonsolocavallo.it Puoi acquistare repellenti e antiparassitari per cani sul nostro sito di e-commerce www.nonsolocavallo.it Puoi acquistare repellenti e antiparassitari per gatti sul nostro sito di e-commerce www.nonsolocavallo.it

Per cavalli stressati e poco attivi ora c'è Sop Bios
I nostri amici cavalli non sempre sono al top della forma, ma questo prodotto è ciò che possiamo usare se ci sta a cuore il loro benessere

Ogni tanto anche i cavalli possono passare periodi più o meno lunghi in cui sono stressati, giù di tono, spossati. Per quale motivo? E cosa possiamo fare noi umani? I numerosi studi condotti da Sop negli scorsi anni avevano come oggetto la capacità dell'organismo di adattarsi al cambiamento, nello specifico esaminando come il sistema immunitario del cavallo dialoghi in continuazione con il sistema neuroendocrino e con l'apparato digerente . Si crea quindi un complesso sistema di feedback per cui il sistema immunitario risulta essere costantemente in contatto con l'esterno: è da questo rapporto che dipendono, per esempio, il livello di stress, gli stati di ansia o eventuali patologie. Ovviamente, il rischio che questo sistema comporta è che il cavallo possa risentire negativamente della risposta del proprio organismo, generando un circolo vizioso: un esempio può essere costituito da un viaggio non privo di contrattempi che può quindi influenzare gli ormoni che, di conseguenza, potrebbero infastidire in seguito il cavallo, creando un vero e proprio effetto valanga. Il benessere del cavallo è stato al centro degli studi di Sop, che ha cercato nuovi modi per aiutare l'animale agendo sul sistema immunitario, quello neuroendocrino e sull'apparato digerente, ovvero i tre sistemi che sono costantemente in contatto tra di loro. Il risultato è Sop Bios , un prodotto che è effettivamente riuscito a ridare tono e vigore a esemplari caratterizzati da ridotta massa muscolare e scarse performance sportive, migliorando sensibilmente le loro condizioni: questi cavalli, dopo l'assunzione del prodotto, hanno dimostrato - tra le altre cose - un maggior appetito, un pelo più lucido e una migliore condizione fisica, oltre a risultare più attivi. Il prodotto risulta quindi essere indicato per cavalli che, pur non soffrendo di particolari malanni, risultano essere particolarmente stressati. Anche a loro può capitare ogni tanto, proprio come noi, di essere un po' giù di tono. Acquista Sop Bios direttamente online sul nostro sito di e-commerce www.nonsolocavallo.it

Grande caldo: come aiutare i nostri cavalli
Sali ed elettroliti sono integratori indispensabili per affrontare nel modo giusto l'estate appena iniziata

I nostri amici cavalli sudano, proprio come noi, a causa dei caldi giorni estivi o perché sottoposti ad attività fisica. In questi casi risulta indispensabile la somministrazione di elettroliti . Ma per quale motivo?      Lo sforzo fisico altera il delicatissimo equilibrio tra elettroliti e fluidi corporei. L'energia generata dallo sforzo fisico viene dispersa per il 75% sotto forma di calore. Per eliminare quest'ultimo il corpo deve reagire e lo fa attraverso il sudore: ovviamente questo processo, a lungo andare, può portare alla disidratazione, ma anche senza arrivare a questi estremi si verifica comunque una enorme perdita di liquidi e, soprattutto, di elettroliti . Un cavallo può arrivare a produrre 15 litri di sudore in un'ora, equivalenti a 240 grammi di elettroliti e l'equilibrio tra questi ultimi e i liquidi viene seriamente compromesso, soprattutto se si considera che non esistono riserve corporee di elettroliti . A lungo andare, una situazione di questo tipo può addirittura provocare gravi scompensi muscolari e cardiaci.      Per compensare questa carenza dobbiamo quindi essere noi a somministrare elettroliti al cavallo. Quali sono i criteri da dover prendere in considerazione durante l’acquisto?     Bisogna prestare attenzione alla solubilità delle miscele di sorgenti minerali nell’acqua, così come alla glicina (che serve per veicolare e diffondere i sali elettrolitici ), al potere tampone (che deve essere basso per rendere la soluzione facilmente digeribile) e una elevata concentrazione del sale in questione. Ovviamente devono essere assenti sia gli elementi tossici (quali alluminio e fluoro) sia gli effetti collaterali (i solfati di magnesio hanno un effetto lassativo mentre i cloruri possono provocare un pizzicore sulla lingua).     Clicca QUI per vedere i sali e reidratanti che possono servire al tuo cavallo.

ZOOMARK 2017, da giovedi 11 a domenica 14 maggio 2017 a Bologna Fiere: 60 milioni, gli animali d'affezione nelle famiglie degli italiani
Decima edizione del Rapporto Assalco. Pet: dal ruolo in famiglia, al riconoscimento in società.

Questa, come sempre è la manifestazione più attesa per tutti gli amanti degli animali, cani e gatti la fanno da padrone ma non mancano roditori e uccellini, insomma c'è proprio tutto, animali in bella mostra, toelettori di fama internazionale e tutto quello che il meglio del mercato è in grado di offrire tra accessori e pappe delle migliori marche insieme alle novità del momento, tutto questo a Bologna, che, puntuale come sempre, la passione e l'amore per il mondo del PET si incontra per formazione, cultura e spettacolo.     Si stima siano almeno 60 milioni i pet in Italia 1 , ormai membri a tutti gli effetti delle nostre famiglie. Fanno parte di nuclei familiari tendenzialmente più numerosi rispetto alla media nazionale -2,8 componenti a fronte di 2,4 – ma gli animali da compagnia sono in crescita anche nelle famiglie con un solo componente (passate dall’8,4% del 2011 all’11,1% nel 2017) 2 .   Tra i più numerosi ci sono i pesci - quasi 30 milioni - e gli uccellini che si attestano a circa 13 milioni, numero che ci vale il primato in Europa 3 . Quasi 7 milioni sono i cani, circa 7,5 milioni i gatti, mentre gli altri piccoli mammiferi - tra cui conigli, furetti e roditori (criceti, cavie, cincillà e degu) – raggiungono quota 1,8 milioni. Rettili – tartarughe, serpenti e iguane – sono circa 1,3 milioni.   È quanto emerge dalla decima edizione del Rapporto Assalco – Zoomark, compendio annuale sul mondo dei pet, che verrà presentato a Bologna in occasione dell’apertura di Zoomark International 2017 , il Salone internazionale sui prodotti e le attrezzature per gli animali da compagnia. Interverranno all’inaugurazione Franco Boni, Presidente di BolognaFiere, Antonio Bruzzone, Direttore Generale di BolognaFiere, Gianmarco Ferrari, Presidente di Assalco, e Antonio Manfredi, direttore di ANMVI. La manifestazione, giunta alla 17a edizione e organizzata da BolognaFiere, inizierà l’11 maggio e proseguirà fino a domenica 14 presso il Quartiere fieristico di Bologna.   Il Rapporto - curato da Assalco (Associazione Nazionale tra le Imprese per l’Alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia) e da Zoomark International, con il contributo di IRI Information Resources e dell’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (ANMVI) – mette in evidenza il ruolo sociale degli animali d’affezione in Italia e la conseguente importanza del loro riconoscimento in società. L’Italia è senza dubbio un Paese che ama i pet. Molto si sta facendo, molto ancora deve essere fatto, per favorirne il benessere. Il Rapporto ha passato in rassegna le più autorevoli fonti e molti temi relativi alla presenza degli animali d’affezione in società. Di seguito alcuni spunti.   I Paesi con le normative più avanzate in materia di tutela e rispetto degli animali come Austria, Germania e Svizzera 4 riconoscono loro lo status di esseri senzienti, non solo nella legislazione e nel Codice Civile, ma anche nella Costituzione.   Altro aspetto, segnalato da più fronti, è relativo all’importanza di favorire il riconoscimento sociale degli animali da compagnia mediante l’inclusione nel prossimo Censimento della popolazione in Italia e attraverso la creazione di un’Anagrafe nazionale degli animali d’affezione (attualmente in fase di valutazione come riporta l’Atto di Indirizzo 2017 del Ministero della Salute). Ciò consentirebbe anche di disporre di informazioni più precise sulla popolazione dei pet, come succede in Belgio e Francia, dove esistono già database condivisi a livello nazionale. Ancorché affidabili, infatti, ci si deve ancora basare su stime quando si cerca di delineare la presenza degli animali d’affezione in Italia.   Ugualmente condiviso è il tema di facilitare ancora di più l’accesso degli animali da compagnia nei locali e nei pubblici esercizi, aspetto che il settore privato – in particolare quello della ricettività - ha già saputo cogliere. Secondo uno studio della società di prenotazioni alberghiere Hotel Tonight 5 , infatti, con 1 struttura ricettiva pet friendly su 2, l’Italia si posiziona al di sopra della media mondiale (che si attesta al 37%) ed europea (40%).   Infine, poiché il benessere dei pet passa necessariamente dalla cura della salute e dell’alimentazione, emerge da indagini realizzate negli ultimi anni che il 70% dei proprietari italiani 6 ritiene che queste spese siano sottoposte ad una tassazione eccessiva, pari a quella di un bene di lusso. Le cure veterinarie e il pet food sono infatti oggi tassati con un’aliquota IVA al 22%, tra le più alte in Europa.   Ciò nonostante, gli italiani risultano particolarmente attenti a garantire la miglior qualità di vita possibile per i propri pet. Il 77% degli animali d’affezione nel nostro Paese viene nutrito con pet food industriale 7 , l’85% 8 dei veterinari lo raccomanda poiché ritenuto bilanciato, nutriente e sicuro. 9 proprietari su 10 hanno un veterinario di riferimento 9 e l’85% ci va abitualmente una o più volte all’anno. Ad accompagnare i pet dal veterinario sono soprattutto le donne (68,5%). In netto aumento anche gli uomini, passati dal 24,7% di dieci anni fa al 31,5% di oggi. Questi e molti altri contenuti possono essere approfonditi nel Rapporto Assalco - Zoomark 2017, che sarà disponibile sul sito www.assalco.it .   ****************** ASSALCO - Associazione Nazionale tra le Imprese per l’Alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia riunisce le principali aziende dei settori pet food & care che operano in Italia. Le aziende che ne fanno parte rappresentano oggi la quasi totalità del mercato nazionale degli alimenti per animali da compagnia. A livello europeo, ASSALCO aderisce a FEDIAF, the European Pet Food Industry Federation. Zoomark International è la fiera professionale più importante in Europa negli anni dispari ed è organizzata da BolognaFiere. L’ultima edizione del 2015 ha fatto registrare la presenza di 615 espositori, di cui 394 esteri provenienti da 35 Paesi, con 22.299 visitatori, di cui 15.526 buyer italiani e 6.773 esteri (+15% rispetto all’edizione precedente del 2013) provenienti da 85 Paesi. Ulteriori informazioni su www.zoomark.it. ****************** 1 Dati Euromonitor 2016 2 Dati A.N.M.V.I. 2017 3 Dati Fediaf 2014 4 Per approfondire: www.globalanmallaw.org 5 In riferimento a uno studio condotto da hoteltonight (www.hoteltonight.com) 6 Dati GFK 2013 7 Dati GFK 2016 8 Dati A.N.M.V.I. 2016 9 Dati A.N.M.V.I. 2017

Acqua o non acqua, questo è il problema… un viaggio nell'orecchio degli animali
Le orecchie dei nostri amici a 4 zampe sono molto importanti e devono di conseguenza essere ben tutelate. Perchè non utilizzare i prodotti naturali di Union BIO?

Un po’ di anatomia… L’orecchio degli animali è suddivisibile in 3 porzioni, così come per l’uomo: orecchio interno, medio ed esterno. Quello con cui abbiamo uno stretto contatto e che riusciamo a vedere abbastanza bene, è l’orecchio esterno, composto a sua volta dal padiglione e dal canale, che termina nella membrana timpanica. A cosa serve l’orecchio? L’orecchio, oltre ad essere l’organo fondamentale per la percezione del suono, è anche deputato a mantenere l’equilibrio, percependo infatti la posizione del capo, l’orecchio permette a noi e ai nostri animali di mantenere una postura adeguata. Come mi accorgo se l’orecchio è in salute? Un orecchio sano è un orecchio con una pelle chiara (ad eccezione di animali con pelle pigmentata), che non presenta eccesso di materiale al suo interno e il cui odore è relativamente neutrale. Alterazioni di colore (pelle molto rossa, biancastra o nera), del suo contenuto (presenza di materiale scuro o chiaro in eccesso), o dell’odore (odore dolciastro, ma anche odore nauseabondo riconducibile ad un’infezione purulenta), indicano una cattiva salute dell’orecchio e necessitano, di conseguenza, di una visita urgente dal medico veterinario di fiducia. Come posso mantenere in salute l’orecchio di cani e gatti? L’orecchio degli animali è fondamentale e di conseguenza deve essere gestito in modo appropriato! Essendo il canale uditivo abbastanza profondo, si sconsigliano prodotti solo a base acquosa, poiché, in un canale così lungo e col calore corporeo, quest’acqua male asciugata, potrebbe indurre lo sviluppo di un ambiente caldo-umido ideale allo sviluppo di lieviti come la malassezia. Sono sconsigliati, salvo prescrizione medica, anche i prodotti contenenti disinfettanti molto forti, che, a lungo andare, potrebbero irritare eccessivamente la pelle privandola del suo film lipidico superficiale protettivo, permettendo lo sviluppo di infezioni secondarie. Rimangono per cui prodotti oleosi o in emulsione, meglio se naturali, che rappresentano la scelta migliore per effettuare pulizie periodiche delle orecchie, poiché provocano meno umidità e facilitano la rimozione del cerume. Come si pulisce l’orecchio? L’orecchio va pulito solo se sporco, non è necessario effettuare pulizie giornaliere, soprattutto in assenza di sporcizia e con prodotti chimici e acquosi. Nel caso di prodotti oleosi e in emulsione acqua-olio, solitamente bastano alcune gocce di prodotto, un leggero massaggio e una pulizia accurata con una garzina per ottenere l’effetto desiderato. Il consiglio di Union B.I.O: OTOMUCOPLUS Otomucoplus è una lozione naturale contenete la Matrice UB, un potenziatore naturale, che, insieme a dei principi attivi vegetali, ci aiuta a detergere l’orecchio del nostro amico animale in modo facile e sicuro. Basta applicare alcune gocce di prodotto nell’orecchio, massaggiare, attendere alcuni minuti, ed asciugare l’eventuale eccesso con l’ausilio di una garza. Gli oli essenziali contenuti al suo interno vantano proprietà antibatteriche, antimicotiche ed antiacaro, oltre a svolgere attività antinfiammatoria ed antidolorifica. Tra gli oli più importanti ricordiamo il Tea Tree e l’olio di neem, in prima linea contro funghi e acari! > Acquista Otomucoplus di UNON BIO su www.nonsolocavallo.it

Il libro della settimana: "Il mio cavallo tiene il naso in avanti"
La felicità dei cavalli di domani è nelle mani dei ragazzi di oggi, il libro che ci fa conoscere quelle che sono ritenute le basi di un'equitazione corretta

Gerd Heuschmann Il mio cavallo tiene il naso in avanti! La felicità dei cavalli di domani è nelle mani dei ragazzi di oggi Traduzione di Caterina Frey ed. Equitare Dopo Il dito nella piaga, scritto per i lettori adulti, Gerd Heushmann si rivolge con questo libro ai giovani cavalieri, per sensibilizzarli su quali siano le esigenze del cavallo, il corretto modo di gestirlo e di montarlo, il tipo di rapporto che vogliamo avere con lui. Perché il cavallo deve tenere il naso in avanti? Perché possiamo addestrare i nostri cavalli in modo corretto solo se tengono il naso naturalmente e costantemente davanti alla verticale. Un'incollatura distesa permette al cavallo di avere la schiena sciolta e libera che si flette al ritmo delle andature. Se saremo capaci di montare in questo modo, potremo avere un cavallo sano, con "il naso in avanti" anche nei concorsi. Questo libro ci fa conoscere quelle che sono ritenute le basi di un'equitazione corretta. Che si desideri fare passeggiate in campagna, cimentarsi nei concorsi di salto ostacoli o montare nel rettangolo di dressage, queste basi sono comunque valide e irrinunciabili.   > Acquista il libro online su www.nonsolocavallo.it    

E' stata affidata a Equifarma l'esclusiva per l'Italia di EQUITON, VITAL HORSE CARE di Troytown GreyAbbey
Troytown GreyAbbey ha affidato EQUITON per il mercato Italia a EQUIFARMA, azienda che da decenni opera nel settore con dedizione, serietà e passione.

EQUITON è un mangime complementare liquido sviluppato dalle ricerche effettuate dai Veterinari della clinica Troytown GreyAbbey , appositamente studiato per cavalli sportivi in attività, in allevamento e dopo interventi chirurgici, a base di vitamine, sali minerali e amminoacidi. EQUITON grazie alla sua particolare formula contenente 8 vitamine, 11 minerali ed amminoacidi è indicato per migliorare le prestazioni dei cavalli sportivi. EQUITON è ricco di vitamine A, D3, E, K3, vitamine del gruppo B, Ferro, Rame, Selenio, Biotina ed amminoacidi essenziali. A cosa serve e cosa garantisce: Massimo rendimento Stimola l’appetito Aumenta le difese immunitarie Mantiene In forma CAVALLI IN ATTIVITA': gli antiossidanti naturali come la Vitamina E ed il Selenio diminuiscono i danni muscolari dovuti all’esercizio sportivo. Il Ferro in associazione alle vitamine del gruppo B ed al Rame favorisce la produzione dei globuli rossi. CAVALLI IN ALLEVAMENTO: è dimostrato che la Vitamina E migliora la risposta immunitaria e incrementa la produzione di immunoglobina G nel latte. Inoltre minerali quali Calcio, Rame e la Vitamina A risultano fondamentali per il periodo della gestazione. CAVALLI CONVALESCENTI: la Vitamina B1 ed il Magnesio sono indicati per mantenere un buon livello di tranquillità nei soggeti convalescenti. Inoltre la L-lysina è importante per il metabolismo, il sistema nervoso e il sistema immunitario. MODO D'USO: Cavalli in attività: miscelare alla razione giornaliera nella misura di 50 ml al dì. Cavalli a riposo:  miscelare alla razione giornaliera nella misura di 40 ml al dì. Yearlings: miscelare alla razione giornaliera nella misura di 30 ml al dì. EQUITON funziona e lo dimostrano le numerose testimonianze di allevatori e i buoni risultati ottenuti da cavalli di fama internazionale come ad esempio: Hawksmoor vincitrice del GR3 888 Sport Prestige Stakes a Goodwood il 29/08/2015. Piazzata in GR2 il 25/09/2015 e in GR1 il 09/10/2015 a Newmarket. Allevata dalla Tenuta Genzianella con l’utilizzo di EQUITON e in allenamento in Inghilterra a Newmarket presso le scuderie del trainer Hugo Palmer. Paul McCartan, Ballyphilip Stud, allevatore di Tiggy Wiggy 2014 Campione Europeo 2y/o. “ Avendo provato EQUITON su un piccolo numero di cavalli e visti gli ottimi risultati ottenuti, abbiamo deciso di utilizzare EQUITON su tutti i nostri soggetti di un anno come parte integrante della loro alimentazione. EQUITON aiuta a produrre animali sani e con un mantello di seta lucido ”. James Kelly, Linacre House Stud. “ Abbiamo usato EQUITON e posso dire senza esitazione che è semplicemente il migliore prodotto nella sua gamma che io abbia mai utilizzato, ha un positivo e immediato stimolo alla nutrizione anche con cavalli inappetenti. È stato enormemente utile con fattrici gravide prossime al parto e con puledri ”. Conor O’Dwyer, Trainer, Gold Cup & Champion Hurdle winning Jockey. “ Ho usato EQUITON per circa sei mesi e sono molto impressionato dei risultati ottenuti con questo prodotto. Io lo utilizzo molto con cavalli dopo il lavoro e noto in loro un recupero molto rapido ”. EQUITON è disponibile in confezioni da 1 e 5 litri. Troytown GreyAbbey per la distribuzione in Italia di EQUITON ha scelto EQUIFARMA per la sua maturata esperienza e professionalità. EQUIFARMA , nasce nel 1990 da una famiglia di farmacisti e può contare di un deposito logistico e di una rete di agenti, informatori e agenzie di vendita a livello nazionale, oltre a una vendita diretta nella propria sede di Monza. L’attività di distribuzione in campo veterinario da oltre un decennio si è ampliata con l’ingresso nel settore della GDO, in particolare per le forniture di medicinali veterinari, antiparassitari, alimenti secchi e umidi e articoli specialistici per cavalli, cani e gatti. EQUITON lo potete trovare da: Equi-Farma srl via Flavio Gioia , 10 – 22090 Monza Tel. 39 205 1016 mail: equifarmbox@yahoo.it > Oppure acquista EQUITON direttamente online sul nostro sito di e-commerce www.nonsolocavallo.it  

Il libro della settimana: Sdressage
Come rendere ingovernabile un buon cavallo.

Sdressage. di Daniela Piolini ed. Equitare Prefazione di Philippe Karl Attraverso una serie di illustrazioni raffinate e ironiche, abbinate a citazioni classiche, questo libro mostra al lettore gli effetti del cattivo addestramento del cavallo, frutto di pratiche quotidiane che non si ispirano più alla cultura tradizionale trasmessa dai Grandi Maestri, ma ricorrono ad un repertorio di trucchi tecnici che non rispettano né la psiche né il fisico dell’animale. Ecco quindi la storia di un ottimo cavallo che – a causa di questo modo incolto di intendere l’equitazione – diventa vittima dell’arrogante incapacità sia del proprio cavaliere che dell’istruttore. Riuscirà, alla fine, a liberarsi di loro?   > Acquista questo libro online sul sito www.nonsolocavallo.it    

Il cavallo nei Proverbi: "Cavallo ingrassato tira...
Tutti i Giovedì un nuovo proverbio

Riposo e ipernutrizione, oltre a erodere le capacità atletiche del cavallo, ne rinfocolano gl'istinti peggiori. Infatti "CAVALLO INGRASSATO TIRA CALCI" libero sfogo alle energie accumulate, con serio discapito per il cavaliere. Chi scrive ricorda il paterno ammonimento del suo primo istruttore, Ugo Menicanti, che raccogliendolo dopo un ruzzolone così lo ammaestrava: "Non montare mai né cavalli troppo giovani né cavalli fermi da troppo tempo". Sentenza tutta d'oro, di cui dovevo rammentarmi con tardivo rimpianto molti anni dopo, galoppando a grande andatura per un sentiero di campagna in sella a un purosangue di tre anni, un sauro di notevole mole, reduce da una lunga convalescenza dopo la castrazione; si trattava, è bene sottolinearlo, di un'iniziativa personale del puledro.   QUESTO PROVERBIO è TRATTO DAL LIBRO "IL CAVALLO NEI PROVERBI" Scritto da Tano Parmeggiani nel 1976 Edizioni Equitare. Il cavallo nei proverbi è una minuziosa raccolta di proverbi sui cavalli, argutamente commentati e ampliati da citazioni tratte da celebri opere di tutti i tempi. Accurata raccolta di proverbi sui cavalli in tutte le loro varianti anche regionali e talora straniere, non si limita a un mero elenco, ma si arricchisce di arguti commenti e di collegamenti, aneddoti, citazioni di opere famose antiche o più recenti. > Acquista il libro on line su www.nonsolocavallo.it a soli 15,99€

Rosmarino, Ortica, Origano…ecco la ricetta ad hoc per allontanare pulci e zecche!
Ecco Phytonopick il prodotto naturale di Union Bio contro pulci e zecche

Rosmarino, Ortica, Origano…ecco la ricetta ad hoc per allontanare pulci e zecche! I nostri amici a 4 zampe entrano spesso in contatto con pulci e zecche, parassiti che si trovano sia in città che in campagna, montagna e persino al mare, e che, se i nostri animali non sono ben protetti, possono causare qualche problemino, a volte anche grave! Cosa sono le pulci e le zecche? Le pulci sono insetti privi di ali, con delle zampe posteriori ben sviluppate e una bocca modificata per pungere e nutrirsi di sangue. Gli insetti adulti vivono sugli animali ospiti, dove si accoppiano producendo uova che cadono a terra e, una volta maturate, lasciano uscire una larva che darà origine ad un nuovo adulto. Queste larve si possono trovare ovunque, e solitamente prediligono zone buie e riparate. Le zecche sono invece aracnidi, che possono sopravvivere per lunghi periodi anche lontano dall’ospite animale. Salgono sui nostri amici a 4 zampe per nutrirsi di sangue e poi riscendono effettuando ogni volta una muta, che li condurrà fino all’età adulta, età nella quale, dopo un ulteriore pasto di sangue, le femmine deporranno le uova per dare origine ad un nuovo ciclo. Pulci e zecche sono pericolose? Si! Pulci e zecche possono essere pericolose per i nostri amici a 4 zampe per numerosi motivi! In animali molto piccoli, una carica parassitaria elevata può condurre ad anemia e persino a morte il cucciolo. Le pulci sono vettori di parassiti intestinali che sono all’origine di disturbi intestinali, ma anche di patologie più serie, come nel caso dell’emobartonella. Le zecche possono sottrarre molto sangue agli animali e in più sono portatrici di agenti infettivi causa di malattie molto gravi, come l’Ehrlichia e la Babesia. Cosa si può fare per proteggere i nostri animali? In commercio esistono numerosi prodotti creati appositamente per la protezione di cani e gatti, molti sono in forma di fialetta, da applicare sulla cute dell’animale, altri in forma di collare e altri ancora in forma di compressa da somministrare per bocca. Quando si scelgono questi prodotti bisogna, in primis, decidere se usare prodotti chimici o prodotti naturali, per poi selezionare la formula migliore per la nostra situazione, non escludendo la possibilità di integrare chimico e naturale, sempre sotto il consiglio del proprio medico veterinario di fiducia! E se volessi scegliere il naturale? Ad oggi sono molti i principi chimici a cui pulci e zecche si sono abituate e che, di conseguenza, risultano meno efficaci. Quando si parla di formulazioni naturali, abbiamo invece la possibilità di usare moltissimi principi attivi sinergici e a concentrazioni diverse, rendendo così unica la formulazione e rendendo meno facile a pulci e zecche la sensibilizzazione al formulato definitivo. PHYTONOPICK Union B.I.O. Union B.I.O. crea una serie di formulati unici e ricchi di principi attivi utili proprio a proteggere i nostri animali da questi ecto-parassiti. Gli oli essenziali usati sono numerosi e le concentrazioni sono utili allo scopo e sicure…infatti il “fa da te” può essere rischioso! PHYTONOPICK SHAMPOO : è uno shampoo unico, che, oltre ad agire sui parassiti presenti sull’animale, allontanandoli, riduce il prurito, spesso anche grave, causato da questi ultimi, dando sollievo al nostro amico. PHYTONOPICK FIALE : è una formulazione concentrata che può essere applicata in zone particolari come scapole, ascelle, cavo inguinale, per dare una protezione a tutto tondo ai nostri cani e gatti! PHYTONOPICK LOZIONE : è una lozione da portare sempre con se come rinforzo all’azione delle comuni fialette, in grado di creare una parabola protettiva giornaliera sul nostro 4 zampe. > Acquista Phytonopick Shampoo di Union Bio sul nostro sito www.nonsolocavallo.it > Acquista Phytonopick Fiale o Phytonopick Lozione sul nostro sito www.nonsolocavallo.it

Domani a Roma: Agility, Aquadog e i cani e i gatti più belli del mondo
Sarà la capitale ad ospitare domani sabato 18 e domenica 19 marzo Quattrozampeinfiera il più importante e divertente evento dedicato a micio e fido e ai loro padroni. Circa 30 razze di micio e fido più strane. Gare di abilità e bravura, DiscDog, CaniCross coreografie in aria, servizi, prodotti, spettacoli, gare, sport, eventi, shopping, formazione e informazione

Saranno circa trenta le razze di gatti e cani protagonisti questo weekend a Roma. Nella capitale, domani sabato 18 e domenica 19 marzo presso la Fiera di Roma è tutto pronto per Quattrozampeinfiera, la “due giorni pet friendly” più famosa d’Italia. Tra le varie razze, special guest Egyptian Mau , un esemplare rarissimo di gatto. Questo affascinante micio è chiamato anche Mau Egiziano e la leggenda narra che sia il vero gatto adorato appunto dagli egiziani. Lo si credeva dotato anche di poteri magici, e pare fosse il gatto preferito da Chepea, dea della creazione, perché sulla sua fronte è disegnato lo scarabeo sacro.   Ma non solo lui a Quattrozampeinfiera. Ci saranno anche tanti altri amici a quattrozampe. Un’esposizione di circa trenta razzeche offrirà la possibilità di osservare da vicino il variopinto mondo dei gatti e dei cani, di scoprirne le curiosità e le stranezze e di assistere alla proclamazione dei Best of Best selezionati da una giuria esperta. Un modo per fare la giusta informazione e capire quale razza è più adatta al proprio stile di vita.    A contendersi il titolo esemplari provenienti dai quattro angoli della terra, tra cui, per i cani sfilerà lo Bedlington Terrier   -  che ricorda vagamente una pecora - il  Dogue de Bordeaux - nato purtroppo per combattere ma oggi usato come cane da difesa e di famiglia -  e l’ Akita Americano  - il grande cane giapponese; mentre per i gatti il Maine Coon – il micione gigante dal cuore buono –  il Turco Van - che ama l’acqua – il Bengal – il gatto leopardo –  il Egyptian Mau – il gatto egiziano , una delle razza più antiche ad essere state allevate dall'uomo - lo Sphynx – il gatto senza pelo –  e il British – che ha dato il volto a “Il gatto con gli stivali”.     La rassegna e la competizione felina è a cura di Anfi e la doppia esposizione regionale cinofila – Enci -  è a cura del Kennel Club Roma e Gruppo cinofilo Viterbo . Nella due giorni, inoltre,  si terràil Campionato italiano di Toelettatura Sportiva individuale e a squadre CSEN.   Quattrozampeinfiera per questa tappa romana ha in serbo molto altro. Come lo spettacolo Les chats noires della compagnia Cafelulé, il suggestivo show di coreografie verticali. L’appuntamento è dedicato ai gatti neri, alla loro bellezza, carattere ed eleganza. Un appuntamento imperdibile, in programma 4 volte al giorno, dedicato alla danza contemporanea che si concentra nell’essenza del movimento felino regalando una suggestiva scenografia in movimento. Insomma, il 18 e il 19 marzo, sarà un meraviglioso weekend dedicato al padrone e al suo amico fidato per divertirsi insieme, giocare in acqua, correre all’aperto o fare shopping. Sono tante infatti le attività sportive organizzate a misura di quattrozampe: DiscDog, AquaDog, CaniCross e DogScooter by MyFootBike , AgilityDog .  E diversi i prodotti da acquistare direttamentedalle aziende più rinomate di pet food: accessori, prodotti per la salute, integratori, servizi innovativi e di tendenza.   Alla due giorni romana  seguiranno altre tre tappe: Milano, 10 e 11 giugno, Napoli, il 23 e 24 settembre e Padova, 11 e 12 novembre. ( www.quattrozampeinfiera.it ).   Quattrozampeinfier a è un evento unico nel suo genere, che anticipa le mode per soddisfare sempre le richieste degli utenti.  Un luogo in cui poter interagire con i player di settore per confrontarsi e migliorare la qualità della vita col proprio “amico peloso”. Organizzato da 5 anni dalla società Tema Fiere e pensato per essere a misura di cani e gatti. L’unico al quale partecipare col proprio amico fidato.   L’ingresso alla fiera per tutte e quattro le tappe è a pagamento. Prevendita on line € 7, scaricando il Buono Sconto dal sito Internet www.quattrozampeinfiera.it   € 8. Prezzo intero € 11. Ingresso gratuito per i bambini 0-10 anni, cani e gatti. Orari – Sabato e Domenica 10-19.   Per informazioni è possibile mandare una email info@quattrozampeinfiera.it telefonare al numero 0362 334242 o visitare il sito  www.quattrozampeinfiera.it PROGRAMMA E ATTIVITA’: http://www.quattrozampeinfiera.it/it/le-tappe/roma.html

Il libro della settimana: Quel sogno di partire a cavallo. Emozioni, incontri, note tecniche ed etiche.
Era quello di partire, di mescolarsi con l'odore nei caffè, di chiudere gli occhi semplicemente la sera e lasciarsi sprofondare nel sonno, di avere come casa un qualsiasi riparo... Un giorno fantasticai per un attimo di partire davvero e fu allora che me ne accorsi: partire volevo, ma a cavallo.

Quel sogno di partire a cavallo - Emozioni, incontri, note tecniche ed etiche Arianna Corradi Equitare Arianna Corradi fin da bambina ha coltivato un sogno. "Era quello di  partire, di mescolarsi con l'odore nei caffè, di chiudere gli occhi semplicemente la sera e lasciarsi sprofondare nel sonno, di avere come  casa un qualsiasi riparo... Un giorno fantasticai per un attimo di  partire davvero e fu allora che me ne accorsi: partire volevo, ma a cavallo." Questo libro è la storia di un viaggio in solitaria, lei e il suo cavallo Borbera, da Susa a Canterbury e ritorno. Quattro mesi di lento  spostarsi lungo la via Francigena, di incontri, di emozioni intense e  prove da superare. Un viaggio che è stato un'avventura di vita, un  momento di crescita personale. Un invito per tutti coloro che sognano, a partire veramente. Arianna Corradi, che all’epoca del viaggio aveva ventinove anni, vive e  lavora in provincia di Torino. È guida dell'Alpitrek, scuola di  equitazione alpina, e accompagna ogni estate "cavalieri avidi di  leggerezza" nelle Alpi Occidentali. > Acquista questo libro sul nostro sito www.nonsolocavallo.it

Cavallo sano con zoccolo sano: conosciamo Equiprofessional, grasso per lo zoccolo!
La cura e la protezione dello zoccolo sono molto importanti per la salute del tuo cavallo, quindi perchè non utilizzare i prodotti naturali di Union Bio?

Come è fatto il piede del cavallo? Il piede del cavallo è costituito esternamente dallo zoccolo, un’unghia paragonabile a quella dell’uomo, costituita da uno strato superficiale ed uno più profondo. Questa specie di scatola cornea racchiude ossa, tendini, cartilagini, vasi, nervi e cuscinetto digitale...tutte strutture che insieme vengono definite per l’appunto piede. Lo zoccolo serve solo a camminare? La funzione degli zoccoli non è esclusivamente quella della deambulazione, infatti la struttura del piede del cavallo è un’ottima macchina ammortizzatrice, che serve ad attutire i colpi col terreno durante l’attività dell’animale. Come mi accorgo se lo zoccolo è in salute? Uno zoccolo sano è uno zoccolo su cui l’animale poggia serenamente, senza alcuna esitazione! Ogni alterazione di forma o colore, nonchè la comparsa di segni particolari o atteggiamenti differenti nel nostro animale, devono farci pensare. Mantenere un piede sano è fondamentale per mantenere l’animale sano e viceversa! Come si può mantenere lo zoccolo sano? Molto importante è la stabulazione, infatti, se l’animale vive in box, è importante pulire quotidianamente il box applicando sulle pareti e sulla lettiera dei prodotti che mantengano costanti il tasso batterico e di umidità, evitando infezioni/infiammazioni podaliche ma anche respiratorie. Se l’animale vive all’aperto è opportuno prediligere terreni drenanti poco fangosi, e chiamare regolarmente un maniscalco che controlli i piedi del nostro cavallo. La pulizia quotidiana e la corretta alimentazione sono altre variabili da tenere in considerazione. Olio o grasso possono servire? D’estate il piede può andare incontro a disidratazione e perdita di funzionalità. Per evitare questa problematica è molto utile l’applicazione di olii o grassi, meglio se naturali e non su base chimica. Mentre durante l’estate il grasso andrebbe applicato dopo aver idratato il piede con un breve pediluvio, così da umidificare l’interno e creare successivamente una barriera protettiva dal caldo esterno, d’inverno è buona prassi applicarlo prima di docciare il cavallo, così da evitare l’eccessiva umidificazione. EQUIPROFESSIONAL , l’amico del piede! > Acquistalo qui Equiprofessional è un grasso balsamico utile per mantenere in salute il piede dell'animale! Equiprofessional di Union Bio è costituito da una base grassa naturale, utile a creare una buona barriera col mondo esterno, ed un mix di olii essenziali balsamici ad azione repellente, ma anche antibatterica ed antifungina. Tra questi oli essenziali rivestono una grande importanza quello di Melaleuca, ottima contro i funghi, e quello di Timo, validissimo contro la sovracrescita batterica! L’applicazione del grasso Equiprofessional una o più volte a settimana a seconda della stagione, della stabulazione e delle condizioni dello zoccolo, aiuterà il tuo animale a rimanere sano in modo naturale! > Acquista Equiprofessional di Union Bio sul nostro sito www.nonsolocavallo.it

Il cavallo prova dolore? Potrebbe aver bisogno di una mano. Aiutiamolo con i prodotti naturali UNION BIO.
Il dolore nel cavallo può innescare una serie di meccanismi a cascata che possono diventare deleteri per la sua salute.

Negli ultimi anni, la sensibilizzazione dei proprietari degli animali verso il dolore ed una sempre maggiore specializzazione e possibilità diagnostica veterinaria, ha fatto sì che il controllo del dolore diventasse uno degli obiettivi primari da trattare per il benessere degli animali. Si è sempre stati abituati a pensare al dolore semplicemente come un fenomeno sensoriale, ignorando il fatto che spesso un danno ed il dolore che da esso ne deriva, sono responsabili di una alterazione dei sistemi di regolazione omeostatica e fisiologici normalmente presenti nell'organismo. Nel caso di danno importante e quindi di dolore severo o cronico, l'organismo viene allertato da una serie di informazioni, per compensare, ed adotta comportamenti vicari reclutando gruppi muscolari diversi per sottrarre il segmento scheletrico interessato o muscolotendineo al dolore. Traumi, dolore, gonfiore, tensione muscolare, causano asimmetria alla spina dorsale con conseguente affezione dell'equilibrio e della performance stessa. La difficoltà di riconoscere stati algici in questi individui non verbalizzanti si è spesso scontrato con un abuso di analgesici di tipo tradizionale con sgraditi effetti collaterali. Da qui l'attenzione della comunità scientifica veterinaria verso "rimedi fitoterapici" supportati da ricerca scientifica con risposte valide e poche controindicazioni. Allo stato di dolore fa seguito uno stato di stress, associato ad insonnia e inappetenza che innescano meccanismi a cascata che l'organismo mette in atto per arginare il danno con una serie di reazioni nervose, ormonali e comportamentali che finiscono per diventare deleterie. Inizia una serie di eventi che partono dal rilascio di adrenalina nel torrente circolatorio, con attivazione del sistema simpatico, che allo scopo di favorire una migliore irrorazione degli organi vitali, stimola il sistema cardiocircolatorio con modificazione a carico dei visceri. Entro pochi secondi dal danno vengono rilasciate citochine (gamma interferone, interleuchina 1 e 6 tumor necrosis factor) che attivano una serie di reazioni biochimiche che conducono al rilascio di glucosio, necessario per far fronte al danno, per la rimozione dei detriti, per la riparazione dei tessuti e talvolta per l'innalzamento termico, utile a distruggere batteri ed altre sostanze estranee. Allo stesso tempo la percezione del danno attiva l'asse ipotalamico-ipofisario-surrenalico con produzione di ormone rilasciante la corticotropina (CRH) nell'ipotalamo e conseguente rilascio di ormone adrenocorticotropo corticotropina (ACTH) e di altre sostanze da parte dell'ipofisi. L'ACTH stimola le surrenali a rilasciare cortisolo, ormone essenziale per la sopravvivenza dopo un insulto, in quanto responsabile del mantenimento dei livelli adeguati di glucosio, fondamentali per una rapida risposta al dolore. Come rimediare quindi ai dolori del proprio cavallo? Naturale? Si può! Green Dol Act di Union BIO è un ottimo complemento alimentare liquido per cavalli a base di estratti vegetali sinergici tra loro con un effetto globale e superiore alla sommatoria degli effetti dei singoli componenti. L'attività modulata e coadiuvante di Green Dol Act agisce, sin dalla fase d'esordio a quella finale di assorbimento, con un tropismo funzionale organico. Quando la concentrazione dei neutrofili è bassa, l'organismo è più vulnerabile alle infezioni, in particolare a quelle batteriche. Le erbe agiscono sull'organismo con un'azione di tipo essenzialmente energetico integrando una quota aggiuntiva di nutrienti adatti a bilanciare la carenza eventualmente presente. Attività dei principi attivi di alcune piante presenti nel formulato Green Dol Act come da letteratura scientifica: Calendula: cicatrizzante, emolliente, antispasmodica, analgesica. Chiodi di garofano: antisettico, analgesico, antibatterico e spasmolitico. Echinacea: immunostimolante, antinfiammatoria, cicatrizzante, antibatterica. Menta: antisettico, rinfrescante, antispasmodico, analgesico. Rosmarino: migliora la circolazione del sangue e aiuta soprattutto nella stanchezza e nei cali d'umore. Riequilibria e disintossica il fegato, organo che risente maggiorente delle tensioni e dello stress. I flaconi Green Dol Act possono agire da soli o come potenziatori di altri rimedi. Green Dol Act non contiene coloranti ed estratti animali ma solamente il fitocomplesso attivo e polivalente MATRICE U.B.® frutto della ricerca scientifica Union B.I.O. >> Acquista Green Dol Act di Union Bio sul sito www.nonsolocavallo.it

Il libro della settimana: Romanzo per uomini soli a cavallo
Narra un'antica leggenda portoghese che tutte le cavalle della penisola iberica vengono sulla scogliera per farsi fecondare dal vento dell'Oceano...

Romanzo per uomini soli a cavallo. di Sem Petrucci Editore: Equitare Per chi ama i racconti di viaggi, questa storia è esemplare: da un lato vi è lo spirito d’avventura del protagonista, il giovane Marcello, dall’altro gli imprevisti che gli piovono addosso a causa della sua sbadataggine e imperizia. «... Narra un’antica leggenda portoghese che tutte le cavalle della penisola iberica vengono sulla scogliera per farsi fecondare dal vento dell’Oceano, poi, col seme del vento nel ventre, tornano ai loro pascoli e lì partoriscono dei puledri veloci e infaticabili come quel vento che arriva impetuoso dall’immensità dell’acqua...». Di qui parte Marcello per un viaggio solitario, con la compagnia di Ulla e di Brillante, i suoi cavalli, che, attraverso l’Europa, lo ricondurrà nella sua Toscana. Un viaggio durante il quale molto imparerà dai sui cavalli e dagli uomini che incontrerà lungo il cammino. Un viaggio attraverso il quale sarà accompagnato sempre dalla presenza di un messo papale vissuto quattrocento anni prima di lui, il Confalonieri. Uno spirito guida che è co-protagonista, anzi: dovrebbe esserlo, ma giganteggia sulla scena fin dall’inizio del racconto, la occupa di prepotenza, fa di Marcello, di Ulla, di Brillante, gli strumenti docili per mezzo dei quali, finalmente, riesce a plasmare il tempo, «soffio senza fine che trasporta pochi ricordi». La sua è una forza irresistibile che si impadronisce del giovane per godere della sua ansia, della sua inquietudine e del suo coraggio. E per poter assaporare la sua grandiosa piccola presenza dalla propria insignificante assenza destinata all’eterno. Così le vere ragioni del viaggio diventano le sue: il desiderio di tornare a partire per rincorrere un sentiero lontano e scomparso; diventano quelle di chi il viaggio l’ha narrato trasfigurandolo in un andare della mente e dello spirito, disegnando «una via nuova, secondo antichi criteri».   > Acquista il libro on line su www.nonsolocavallo.it

Equitrauma, di Union BIO, è un aiuto unico e naturale per i traumi del cavallo.
Le contusioni comportano infiammazioni, rottura dei capillari ed eventuali compromissioni dei tessuti. Come aiutarlo?

Capita molto frequentemente che un cavallo, in seguito ad allenamenti, gare o situazioni particolari, possa andare incontro ad un trauma. Il trauma comporta infiammazione della zona interessata, con rottura di capillari e versamento di sangue, oltre ad eventuali compromissioni dei tessuti circostanti e/o della conduzione nervosa. La zona interessata dal trauma appare gonfia, calda e dolente, a volte alla pressione, a volte anche solo in corso di deambulazione. Come si ripara fisiologicamente un trauma? Il trauma segue un meccanismo di riparazione ben preciso, che prevede una fase di infiammazione, in cui l’organismo cerca di limitare i danni e trasportare via le cellule danneggiate, quella di proliferazione, in cui l’organismo crea delle nuove strutture tampone per facilitare la pulizia dell’area e portare sufficiente sangue nella zona, ed infine quella di rimodellamento in cui l’organismo cerca di riportare alla sua condizione iniziale il tessuto che ha subito il trauma. Cosa possiamo fare se il nostro cavallo ha subito un trauma? E’ fondamentale, prima di pensare a cosa fare, individuare la vera causa del problema e, se non siamo in grado di farlo, rivolgersi ad un medico veterinario esperto che possa individuare quale sia il reale problema dell’animale. Una terapia appropriata dovrebbe comunque limitare l’emorragia e la fuoriuscita di liquidi nei tessuti circostanti, alleviare il dolore dell’animale, favorire i meccanismi fisiologici di riparazione e, cosa fondamentale per il recupero completo, evitare la formazione di aderenze e contratture. E se il trauma è di notevole entità? Se il trauma non è banale, esistono specialisti e strutture apposite a cui potersi rivolgere! Esistono per esempio esperti osteopati che potranno trattare l’animale in loco, o strutture specializzate dove svolgere pratiche fisioterapiche come il water treadmill (tapis roulant in acqua), e molto altro ancora. In seguito ad un trauma risulta infatti molto importante affidarsi a degli esperti per poter recuperare al meglio il nostro cavallo.   NATURALE SI Può… IL CONSIGLIO DI UNION BIO: EQUITRAUMA , un aiuto dalla natura! Equitrauma è un gel a base di Arnica montana che determina una riduzione di infiammazione e dolore, oltre ad essere un valido aiuto in caso di ecchimosi (rotture di vasi), mentre l’ Acacia ha proprietà astringente, antisettica ed antinfiammatoria. EQUITRAUMA di Union BIO va applicato sulla zona interessata dal trauma tutti i giorni e massaggiato fino a completo assorbimento. Equitrauma è un prodotto naturale indicato per muscoli, tendini e articolazioni, anche in caso di ematomi ed edemi, per ridurre la sintomatologia e i tempi di recupero dell’animale! >> Acquista il prodotto Equitrauma di Union BIO sul sito www.nonsolocavallo.it  

Dolorini e doloretti? Il cane può aver bisogno di una mano. Aiutiamolo con i prodotti naturali di Union BIO
Anche i cani sentono dolore: che sia per malanni di stagione, per urti maldestri o affanni dovuti all'età

Spesso pensiamo che i nostri cani siano delle macchine indistruttibili e che non sentano dolori di stagioni o che, magari correndo un po’ troppo, o sbattendo maldestramente contro qualcosa, non sentano dolore o non sviluppino ematomi od edemi! Eppure anche loro provano dolore e vanno incontro ad edemi post traumatici, ad infiammazioni, doloretti legati all’età, ma spesso hanno una soglia del dolore più alta della nostra, e tendono a mascherare fino in fondo il problema! Come ci si accorge se il cane ha qualche dolore? Se il nostro animale, normalmente attivo e giocherellone, tende a rimanere troppo nella cuccia, probabilmente sta soffrendo; se assume posizioni strane, tenendo per esempio una zampa allungata, o sedendosi in modo diverso dal solito, forse lo fa per dolore; se si rifiuta di salire le scale o di saltare all’interno della macchina, forse ha problemi alle zampe posteriori; se lo tocchiamo e si lamenta, oppure ci ringhia, forse sta soffrendo! Ogni qual volta ci accorgiamo di qualcosa di anomalo nel suo atteggiamento, dobbiamo pensare ad un eventuale dolore! Negli animali anziani i dolori articolari si fanno sentire come negli uomini, ed infatti i nostri cani spesso zoppicano, non corrono più come prima, ci sembrano meno attivi del normale… Cosa fare se ci accorgiamo che il nostro cane ha dolore? Sicuramente è necessario rivolgersi al proprio medico veterinario di fiducia per esaminare l’animale e capire la causa di questi fastidi. Se la causa è imputabile all’età, gli approcci possono essere molteplici a seconda dell’animale e dell’intensità del dolore. Sicuramente sarà necessario effettuare una terapia interna antinfiammatoria/antidolorifica, che potrà essere chimica o naturale (ad esempio un’arnica composita omeopatica, oppure dei cicli di Boswellia e Artiglio del diavolo, sempre sotto controllo veterinario), evitare sbalzi di temperatura e corse sfrenate, e se l’animale è sovrappeso, sarebbe sicuramente utile farlo dimagrire un pochino! Se il dolore è articolare, post traumatico o post chirurgico, o semplicemente legato all’età, possiamo utilizzare dei principi attivi antinfiammatori/antidolorici anche localmente, così da ridurre gli eventuali effetti collaterali sistemici e agire tempestivamente e in modo mirato sul problema! TRAUMA DOG , una risposta naturale! Trauma dog è un gel a base di Arnica e Artiglio del diavolo, piante con note proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche ed antiedemigene! Trauma dog può essere spalmato sulla zona interessata anche più volte al giorno, anche in presenza di pelo, poiché si assorbe facilmente e velocemente! Con qualche carezza e la giusta combinazione di piante, quindi con Trauma Dog di Union BIO è possibile donare sollievo anche ai nostri amici a 4 zampe! Perché non farlo allora? >>Acquista Trauma Dog di UNION BIO sul sito www.nonsolocavallo.it